IL VENETO INCONTRA I MISTERI D’OLTRECONFINE

Serata finale del concorso internazionale “Racconta le storie dei nonni”, che ha coinvolto l’associazione Veneti nel mondo all’interno del Festival “Veneto: Spettacoli di Mistero”

Una serata per riunire sotto il segno del mistero i tanti pezzi della memoria popolare del Veneto disseminati per il mondo. È stata la serata conclusiva del concorso letterario internazionale "Racconta Le Storie dei Nonni", promosso da Regione del Veneto e dal Comitato Pro Loco - Unpli Veneto nell’ambito del Festival “Veneto: Spettacoli di Mistero”, dedicato appunto a storie e leggende della tradizione popolare regionale. Più che un concorso, una straordinaria operazione culturale, che ha permesso di riscoprire inedite e preziose testimonianze del folklore, portate oltre confine dall’emigrazione, grazie alla collaborazione con l’associazione Veneti nel Mondo, che ha tessuto i fili di questa appassionante ricerca mettendo in rete le tante comunità di emigrati sparse in tutti i continenti. Una ricerca da cui alla fine sono emersi nove racconti, selezionati dalla giuria del concorso e provenienti da ogni angolo della Terra, dove sono stati custoditi e tramandati da figli, nipoti, pronipoti dei primi emigranti. Non racconti inventati, ma ereditati dalla tradizione orale, storie di leggende e misteri, racconti del filò, che in altri tempi molti veneti, partiti in cerca di migliori fortune, misero nelle loro valige per conservare un ricordo, un legame con la loro terra. Non solo dalle rotte dell’emigrazione, le storie dei veneti d’oltre confine sono anche quelle provenienti dai paesi dell’ex Jugoslavia, fino al Settecento appartenenti allo stato veneziano, testimonianze di una memoria che non è stata cancellata dagli eventi storici.

La serata conclusiva del concorso “Racconta Le Storie dei Nonni” è stata l’occasione per celebrare pubblicamente questi nove racconti e i loro autori: Eva Varagnolo, veneziana trapiantata a Bruxelles (Belgio), Mariana Rizzon Scodro, residente a Sao Marco Rio Grande del Sud (Brasile) ma originaria di Cessalto, nella provincia di Treviso, il gruppo dei piccoli ricercatori della Comunità degli Italiani di Salvore (Croazia), e poi i tre scrittori aggiudicatisi il podio, Nerilla Antonia Brotto, che da Montreal (Canada) ha fatto rivivere la tradizione padovana in due racconti inediti, LanaMaria Bernetič di Portorose (Slovenia) e infine Saverio Franco Pezzin di Melbourne (Australia), ottantenne originario di Conco, comune vicentino dell’Altopiano di Asiago, autore di ben tre racconti e vincitore del concorso con La storia di Odone. Tutti i racconti sono stati pubblicati in un e-book, scaricabile dal sito www.spettacolidimistero.it
«Per il mondo delle Pro Loco il concorso “Racconta le Storie dei Nonni” è stata un’esperienza straordinaria – commenta il presidente di UNPLI Veneto, Giovanni Follador – non solo per lo spessore culturale dell’iniziativa, ma soprattutto per le emozioni che ci ha permesso di vivere, entrando in contatto con tanti nostri conterranei che, pur a grande distanza dai loro luoghi d’origine, continuano a conservare e a coltivare la loro identità di veneti».