CS 22 Ottobre 2014

IL MISTERO SI FA IN SETTE PER LA PRIMA GIORNATA REGIONALE DEL MISTERO

Sette eventi che si svolgeranno in contemporanea nei sette capoluoghi di provincia del Veneto: questa la novità introdotta dai comitati provinciali delle Pro Loco di UNPLI Veneto per la sesta edizione del festival “Veneto: Spettacoli di Mistero”. Sette eventi per altrettanti misteri ereditati dalle singole culture e tradizioni locali, unite idealmente per un giorno in una grande festa dell’identità veneta

TREVISO, 22 OTTOBRE 2014 – Le Pro Loco venete sono pronte a suonare lo spartito delle sette note del mistero. Sette è il numero magico che segnerà la giornata di sabato 25 ottobre, quella che si potrebbe definire la “giornata regionale del mistero”, durante la quale si svolgerà il primo grande evento unificato del festival diffuso Veneto: Spettacoli di Mistero. Sette come i misteri che i comitati provinciali di UNPLI Veneto metteranno in scena nei rispettivi capoluoghi di provincia, dando vita ad altrettanti eventi che si svolgeranno in contemporanea.
Questa la novità introdotta dalla sesta edizione del Festival con l’obiettivo di unire idealmente il patrimonio delle singole tradizioni e culture locali in un’unica grande festa dell’identità veneta.

«Il mistero ha un potere magico, un potere che unisce – afferma il presidente di UNPLI Veneto, Giovanni Follador – il festival Veneto: Spettacoli di Mistero in questi sei anni ci ha permesso di scoprire un patrimonio di culture e tradizioni locali che ha cementato ulteriormente il mondo delle Pro Loco in Veneto: la novità dei sette eventi, fortemente voluta dai singoli comitati provinciali, ne è una chiara testimonianza. Un Festival cresciuto progressivamente in termini di eventi, visitatori e qualità della proposta culturale, proprio perché ha potuto contare su uno straordinario lavoro di squadra condotto da UNPLI e Regione Veneto, che hanno riconosciuto a questa operazione un grandissimo valore: il mistero è una chiave con cui le Pro Loco hanno aperto un nuovo modo, intrigante e spettacolare, di riscoprire e valorizzare la nostra identità di veneti».

BELLUNO scioglie il mistero delle leggende d’acqua. Il comitato UNPLI di Belluno ha scelto le leggende d’acqua per interpretare questa giornata speciale. Le Pro Loco della provincia si ritroveranno al Teatro San Gaetano, a partire dalle ore 21, per dare vita a un suggestivo spettacolo dal titolo “Insolidi Racconti”: una messinscena di miti e leggende d’acqua, depositarie di un immaginario arcano e ancestrale, che la tradizione locale nel corso dei secoli ha costruito intorno a luoghi evocativi come sorgenti di ruscelli, letti dei fiumi, o il fondo dei laghi. Storie dalla consistenza “insolida”, ma che affondano saldamente le radici nelle profondità del territorio, intrecciandole con quelle di altre culture popolari: lo spettacolo, attraverso narrazione, maschere e musica, mostrerà i fili che legano miti e leggende da tutto il mondo ispirate all’acqua, primo elemento di vita e allo stesso tempo una delle più energiche forze distruttrici della natura.

PADOVA svela i misteri “eretici” della Basilica del Santo. Le Pro Loco della provincia di Padova organizzano un evento che svelerà segreti e misteri di uno dei luoghi più celebri del centro storico patavino, la basilica di Sant’Antonio. Alle 14,30 (con ritrovo alle 14,15 nel Chiostro della Magnolia) partirà una visita guidata della basilica, a cura dell’associazione ImmaginArte, che permetterà di scoprire i numerosi e sorprendenti elementi "eretici" custoditi al suo interno: un percorso nuovo, insolito, ma particolarmente interessante per la scelta delle opere analizzate. Caratteristiche e significati delle opere stesse saranno raccontate attraverso la descrizione e il riconoscimento di personaggi, simboli e attributi.

ROVIGO rievoca il primo processo alla strega. La città di Rovigo celebra la giornata dei sette eventi provinciali con la rievocazione del primo processo alla strega. L’evento, organizzato dal comitato di UNPLI Rovigo, si terrà alle ore 16 presso il Salone del Grano, in Piazza Garibaldi. Attraverso una conferenza e uno spettacolo di narrazione verranno portati alla luce i tanti segreti della Santa Inquisizione e i luoghi della città in cui essa svolgeva la sua attività, facendo rivivere l’atmosfera della Rovigo cinquecentesca. Un’occasione anche per riflettere sulle figure delle streghe, tra realtà storica e fantasia, e sulla loro presenza nel rodigino, cercando di capire se il velo di mistero che le circonda sia solo apparenza o sia invece un mistero che è meglio non svelare.

TREVISO indice la caccia al mistero. Nella Marca Trevigiana sabato 25 ottobre i misteri saranno le tracce da seguire in un’entusiasmante caccia al tesoro. Il Comitato provinciale di UNPLI Treviso, in collaborazione con il Consorzio Pro Loco Centro Marca, ha organizzato un percorso avvincente, con partenza a Ponte Dante alle ore 15,30 per i bambini, alle 18,30 per gli adulti. Un percorso che svelerà le sue insidie gradualmente: ad ogni tappa verranno letti dei testi inerenti misteri e leggende locali, che daranno indizi su dove si troverà la tappa seguente. Un mistero dopo l’altro, i partecipanti giungeranno all’ultima tappa, che nasconde un segreto tutto da scoprire.

VENEZIA sulle tracce dei serial killer della Serenissima. Uno spettacolo navigante sui serial killer al tempo dei dogi. UNPLI Venezia, in collaborazione con Compagnia Initinere e Arcomai, ha organizzato un’escursione in barca, con visita al bacino acqueo dell’Arsenale, durante la quale andrà in scena un monologo teatrale dedicato a storie di delitti e misteri veneziani. “Veleni e mannaie”, questo il titolo dello spettacolo scritto da Riccardo Benetti e Davide Busato, racconta di vite private e atroci misfatti accaduti realmente durante i secoli della Serenissima Repubblica, ma anche di usanze, accadimenti pubblici e curiosità, raccolti e narrati con rigore storico: dai contrasti tra Venezia e la Chiesa di Roma, alle credenze popolari nelle diverse epoche; dalle leggi e pene capitali alle ricette culinarie originali del Cinquecento, dalle regole sociali del passato, alle controversie coniugali che non hanno età. Il ritrovo è previsto alle ore 17 alla stazione di Venezia Santa Lucia, per poi raggiungere alle 17,30 l’imbarco a San Giobbe. L’escursione, durante la quale saranno serviti “cicheti” a bordo, rientrerà sempre a san Giobbe alle ore 22.

VERONA e i misteri sotterranei di Porta Palio. Il comitato provinciale di UNPLI Verona dedicherà la giornata di sabato alla scoperta dei segreti nascosti di uno dei monumenti più imponenti e misteriosi della città scaligera, la cinquecentesca Porta Palio. La Porta, fatta erigere tra il 1550 ed il 1561 su progetto dell'architetto Michele Sanmicheli, presenta numerosi misteri, a cominciare dalla evidente differenza di stili architettonici che contraddistingue le due facciate, una verso l’interno e l’altra verso l’esterno della città. Celebrata per le sue qualità di fortezza militare dal capitano veneziano Sforza Pallavicino e per la sua bellezza artistica dal Vasari, la Porta in realtà è un monumento dalle tante facce, che verranno svelate nel corso di una suggestiva visita alle gallerie sotterranee, che prenderà il via alle ore 10 e si concluderà alle 12 con un aperitivo e degustazione di prodotti tipici offerti da UNPLI Verona.

VICENZA e gli oscuri delitti del ‘500. Nel capoluogo berico si rivivranno storie delittuose ed eventi misteriosi che hanno interessato il passato remoto della città. In particolare UNPLI Vicenza ha organizzato un appuntamento letterario con lo storico Sergio Lavarda, che presenterà alle ore 18 a Palazzo Cordellina il saggio “L’eroe bandito 1570-1585”, che narra fatti cronaca nera risalenti ad un’epoca in cui la giustizia si esercitava con metodi sanguinosi. L’evento proseguirà alle 18,45 con un aperitivo, offerto dal Comitato Provinciale in collaborazione con la Pro Loco Centro Storico di Vicenza, e quindi con una passeggiata guidata attraverso le vie del centro storico. La passeggiata, che durerà circa un’ora, ripercorrerà le strade e i luoghi protagonisti delle storie più oscure del passato cittadino, narrate lungo il percorso da misteriosi personaggi in costume.


VENETO: SPETTACOLI DI MISTERO. Organizzato dall’UNPLI con le sue Pro Loco e promosso dall’Assessorato all’Identità Veneta della Regione Veneto, il Festival ha un cartellone ricchissimo di oltre 200 eventi in 70 località. Al centro del programma, che si chiuderà il 7 Dicembre, ci sarà l’evento veneziano del 14 Novembre con lo scrittore Giancarlo De Cataldo, testimonial di questa sesta edizione. Tutte le informazioni sugli spettacoli sono disponibili su www.spettacolidimistero.it o sulla fan page Facebook. Altra novità di questa edizione, giovedì 13 novembre al Centro Candiani di Mestre, l’evento di chiusura del concorso letterario internazionale “Racconta le storie dei nonni”, realizzato lo scorso anno in collaborazione con l’associazione Veneti nel Mondo e rivolto ai discendenti degli emigrati veneti, durante il quale verranno lette in un recital le migliori storie pervenute d’oltreconfine alla giuria del concorso. Tra le iniziative collaterali, la terza edizione di Scatta…l’ora del Mistero, il concorso fotografico aperto a tutti i partecipanti agli eventi; e per chi, infine, volesse vivere un’esperienza a contatto con i luoghi del mistero, l’Unpli ha messo in campo una offerta lancio di soggiorno a prezzo Low Cost: il Mistery Weekend prevede la possibilità di partecipare ad uno degli eventi in cartellone, pernottando con prima colazione a soli 38 euro (in omaggio anche un prodotto tipico del territorio prescelto).