CS - 19 Novembre - Venezia

 A Chioggia processo a strighe e guaritori
gnomi e miracoli protagonisti a teatro

Si rinnova l’appuntamento col mistero in questo fine settimana veneziano con un nuovo evento di piazza a Chioggia e tante proposte culturali. www.spettacolidimistero.it

19 Novembre 2013- Continua a rinnovarsi la voglia di mistero, le sue inesauribili strade ci conducono nuovamente a Chioggia per questo nuovo fine settimana di Veneto, Spettacoli di Mistero. Il festival regionale itinerante fa tappa Sabato 23 Novembre, in piazza Granaio a Chioggia per l’evento Processo e monito per strigarie e malie in Clugia. L’ambientazione è nell’affascinante a contrada di S. Andrea, con una coreografica e solenne messinscena, per rappresentare un esempio di procedura inquisitoria contro maliarde e pretesi guaritori, tratta dalle carte vescovili degli archivi diocesani. Gli inquisiti vengono interrogati da un austero frate domenicano, esorcista del vescovo Niccolò Foscarini. Le pratiche stregonesche e gli scongiuri, definiti in gergo “segni”, consistevano in caricature di rituali o esorcismi religiosi, un misto di preghiere tradizionali storpiate e volgarizzate e motti popolari. In genere, un episodio evangelico veniva adattato alla realtà contemporanea e trasfuso in formule e riti magici. Ma se i curatori, che si occupavano soprattutto di intrugli d’erbe, unguenti e pratiche magiche, erano visti dai domenicani con maggiore indulgenza, erano le streghe ad essere colpite con maggiore severità. Le strigarie non erano altro che rituali finalizzati a conquistare l’amato o a lanciare il malocchio erano puniti fin con il rogo. L’appuntamento con il teatro di strada sarà al calare della sera, alle 18,00. Ingresso libero.

Sempre Sabato, torna a Mestre l’appuntamento con Piccoli e grandi esploratori del Mistero: dalle 10,30 alle 13,00, uscite con barche elettriche a noleggio accompagnati dal kit del mistero per vivere una magica avventura nella Laguna di Venezia. Info: 3475471580.

Domenica 24 Novembre, sono ben due le proposte teatrali per rievocare le leggende popolari della tradizione orale. A Dolo, l’appuntamento è alle 20,30 al cineteatro Italia per La beata vergine dei molini. Attraverso il teatro, la musica, la danza e le canzoni sarà narrata la vicenda di Giovanni Candian, una vita sregolata all'insegna di passioni amorose e vizi che mineranno la sua salute portandolo alla cecità e a un profondo scoramento. La fede nella Beata Vergine dei Molini, il pentimento e la redenzione lo grazieranno con un vero e proprio miracolo Testo di Vittorio Zambon. Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria (392.9474756)

Infine al teatro Toniolo di Ceggia, va in scena La maledizione dello Gnomo del Livenza, la storia-leggenda rielaborata da un racconto di fiabe tradizionali riguardante una figura magica e misteriosa delle acque, ancora presente nella tradizione e nell’immaginario popolare. La leggenda racconta di uno gnomo malvagio che “frequentava” i fiumi del Basso Piave. Gli abitanti dei paesi limitrofi e in prossimità al fiume Piave e Livenza durante il mese di novembre, come accadeva da tanti anni, dovevano nasconder in casa le provviste per l’inverno e la legna, chiudendo a chiave tutte le porte poiché temendo le sue incursioni L’appuntamento con la compagnia teatrale La Caravella è alle 15.00 . La sala mostre del teatro ospiterà anche l’esposizione fotografica I nostri fiumi, dedicata alla storia del territorio e delle sue usanze. Alla fine degustazione di prodotti tipici. Ingresso gratuito, info: 347 1140099.

Veneto, Spettacoli di Mistero è il festival diffuso interamente dedicato ai luoghi leggendari e misteriosi della Regione. Organizzato dall’UNPLI con le sue Pro Loco e promosso dall’Assessorato all’Identità Veneta della Regione Veneto, ha un cartellone ricchissimo di 250 eventi in 80 località. Tutte le informazioni sugli spettacoli sono disponibili su www.spettacolidimistero.it o sulla fan page Facebook, dove trovare info anche sul concorso fotografico “Scatta…l’ora del Mistero”.

Ufficio stampa a cura di: Zeta Group srl