CS - 19 Novembre - Vicenza

Il filò si fa recital nell’antica cantina e a Brendola risuonano le voci dei boschi

Venerdì spettacolo eno-letterario con Tommasino Giaretta dedicato al cantastorie, ambientato nel’affascinante Villa Maffei di Castagnero. Domenica le leggende del bosco interpretate da Thierry Parmentier. www.spettacolidimistero.it

19 Novembre 2013- Lo conoscete voi Jijio Costenaro? Costenaro era uno che aveva le stigmate del narratore, ogni sera era capace di inventare una nuova storia, fantasmagoria e strampalata, capace di spaventare e divertire. L’affabulatore di ogni filò, che in stalla o in un sottoscala, tornava puntuale ogni sera. E Jijio tornerà ancora, Venerdì 22 Novembre, alle Cantine Costalunga di Villa Maffei a Castagnero incarnandosi in un contemporaneo cantastorie, lo scrittore e giornalista Tommasino Giaretta. Torna anche questo fine settimana il festival regionale Spettacoli di Mistero e fa tappa in una suggestiva cantina per un recital eno-letterario dedicato all’indiscusso protagonista dei filò della campagna vicentina del Novecento: La figura del cantastorie tra timori ancestrali e paure moderne. Il cantastorie era il protagonista indiscusso dei momenti di vita sociale serali, dove episodi di vita paesana e pettegolezzi venivano conditi da dicerie e superstizioni popolari dando origine a incredinbili storie e leggende popolari. I testi saranno a cura di Giaretta che ha al suo attivo tanti volumi in dialetto vicentino (come l’Omo invisibile), con lettori espressivi e con accompagnamento musicale ad opera della fisarmonicista Bruna Patera. Lo spettacolo avrà inizio alle 20,30, in una affascinante location all’interno dell’edificio seicentesco costruito per accogliere il mulino della quattrocentesca Villa Maffei, ora adibito a cantina. L’ingresso è libero ma i posti limitati.

Le leggende vicentine saranno protagoniste anche della domenica pomeriggio a Brendola. Domenica 24 Novembre a Brendola, si terrà infatti La Lanterna magica racconta…Le voci del Bosco, tra rappresentazioni teatrali, itinerari guidati che condurranno attraverso il Bosco di Brendola fino alle rovine dell’antico castello. Uno spettacolo che, in questa edizione, avrà come protagoniste le leggende locali e personaggi dei boschi: come le fade ammaliatrici che, si racconta, rapissero gli uomini la notte per restituirli solo allo spuntare del sole; o i dispettosi salbanei, folletti dal cappuccio rosso pronti a far dispetti ai contadini. Lo spettacolo vedrà l’importante partecipazione della compagnia di teatro-danza di Thierry Parmentier, artista belga di nascita ma vicentino d’adozione che vanta una esperienza internazionale poliedrica come ballerino, coreografo, costumista. L’itinerario sarà organizzato per gruppi: si comincerà alle 14 (partenza da Piazza del Popolo) e si proseguirà fino a sera. Sarà a disposizione un pulmino per riaccompagnare i partecipanti al punto di partenza. L’ingresso è gratuito, obbligatoria la prenotazione: 349 8564654

Sempre Domenica, dalle 14,30 alle 18,00, tona Le Leggende di Marostica, itinerari guidati alla scoperta delle stanze e dei passaggi segreti del castello inferiore, e poi dei sentieri che conducevano al castello superiore che consentivano di mettersi in salvo in caso di attacco nemico. Un edificio straordinario ricco di personaggi illustri e di storie mitiche come quella della contesa per la bella Lionora che si conclude con la leggendaria partita a scacchi. Info, Pro Loco Marostica: 0424 72127.

Veneto, Spettacoli di Mistero è il festival diffuso interamente dedicato ai luoghi leggendari e misteriosi della Regione. Organizzato dall’UNPLI con le sue Pro Loco e promosso dall’Assessorato all’Identità Veneta della Regione Veneto, ha un cartellone ricchissimo di 250 eventi in 80 località. Tutte le informazioni sugli spettacoli sono disponibili su www.spettacolidimistero.it o sulla fan page Facebook, dove trovare info anche sul concorso fotografico “Scatta…l’ora del Mistero”.

Ufficio stampa a cura di: Zeta Group srl, 0422.303042, stampa@zetagroup.tv