CS 6 Novembre 2013 - Rovigo

SPETTACOLI DI MISTERO: TRE APPUNTAMENTI
CON LE LEGGENDE POLESANE

Per tre sabati, a partire dal 9 Novembre, la quinta edizione del festival regionale Veneto, Spettacoli di Mistero fa tappa a Frassinelle, Trecenta e Canaro. Le storie della tradizione orale rivivono a teatro: attraverso i misteri popolari le Pro Loco offrono una nuova conoscenza dei territori.

06 Novembre 2013- Tre appuntamenti per immergersi nelle leggende e nei miti della terra polesana. Con sabato iniziano gli appuntamenti del festival regionale Veneto, Spettacoli di Mistero nella provincia di Rovigo. Tre occasioni per vivere serate di racconto, ritrovare le storie paurose che popolavano le pianure di spiriti ancestrali, tra alberi magici, acque e paludi e di religiosità mista a superstizione. Un ritorno alle origini dove i misteri popolari si rinnoveranno attraverso rappresentazioni teatrali, musiche e serate di racconto. Si comincia Sabato 9 Novembre alle 21, in Villa Ca’ Pesaro a Frassinelle con La Rossa dell’Olmo ed altre storie. Una serata voluta dalla Pro Loco e dell’Unpli di Rovigo in collaborazione con il Giovani di Frassinelle, il Gruppo Form e l’amministrazione comunale. La serata sarà animata dalle storie di Gianni Sparapan, insegnante, scrittore e giornalista, ostinato cultore del dialetto polesano. La voce narrante sarà accompagnata da Walter Sigolo alla fisarmonica e da Alessandro Motteran alla piva. Al termine della rappresentazione teatrale si potranno degustare prodotti tipici,

Sabato 16 Novembre, l’appuntamento è al Teatro Martini di Trecenta per Santi e catastrofi una originale rappresentazione teatrale della Compagnia I Ruscoletti per riscoprire con la Pro Loco di Canda le leggende popolari dei luoghi. Perché il borgo Salvaterra si chiama così? Ancora si ricorda il miracolo del pane ai tempi della peste quando il lembo di terra tagliato tra Adige e Adigetto si preservò dal contagio e per questo diventò terra “salvata”. O il miracolo del pero quando vennero trasportate le spoglie di San Bellino in paese. O il mistero delle campane di Castelguglielmo, quelle dell’antico villaggio sommerso da un violento terremoto, che di notte risuonerebbero da sotto la terra. Queste e tante altre storie saranno rievocate nel corso della serata.

Sabato 30 Novembre, Spettacoli di Mistero torna al teatro parrocchiale di Canaro per la divertente commedia dialettale Missia i fasoi che sarà seguita da una degustazione di prodotti tipici.

Organizzato dall’UNPLI con le sue Pro Loco e promosso dall’Assessorato all’Identità Veneta della Regione Veneto, coinvolge in questa quinta edizione una ottantina di località venete: dai boschi alle isole lagunari, dalle pietre dei borghi antichi ai marmi sontuosi delle città d’arte, dai castelli secolari alle celebri Ville venete, prendono vita oltre duecentocinquanta eventi tra spettacoli teatrali, visite guidate, serate di racconto e di lettura, film, rievocazioni in costume: tutto all’insegna della rivisitazione delle antiche leggende del territorio, spesso provenienti direttamente dalla tradizione. Tutto il programma del Festival che continuerà fino al primo dicembre è consultabile al sito www.spettacolidimistero.it e per restare aggiornati sugli appuntamenti c’è anche la pagina Facebook. Torna per la seconda edizione anche il concorso “Scatta…l’ora del mistero” dedicato a tutti gli appassionati di fotografia che sapranno fissare in un’immagine l’atmosfera della leggenda. Mentre, novità di quest’anno è l’offerta turistica. Per questa edizione l’Unpli Veneto ha messo in campo una offerta lancio di soggiorno a prezzo Low Cost. Il Mistery Weekend prevede la possibilità di partecipare ad uno degli eventi in cartellone, pernottando con prima colazione a soli 38 euro (in omaggio anche un prodotto tipico del territorio prescelto).