Comunicato Stampa 04 Nov 2011

ANGUANE, REGINE, STORIE DI CASTELLI E ANTICHE TRADIZIONI, CONTINUA LA MAGIA DI “SPETTACOLI DI MISTERO”

Escursioni, racconti, visite alle antiche dimore, vecchie tradizioni e spettacoli protagonisti della seconda settimana dedicata ai misteri del Veneto

Continua il viaggio nelle antiche leggende, nei racconti popolari e nelle superstizioni del Veneto con il Festival “Spettacoli di Mistero”. Le Pro Loco saranno impegnate per la seconda settimana con tantissimi eventi nelle province venete. Dai borghi ai castelli, dalle piazze ai boschi il calendario ricco di appuntamenti raggiungerà il suo culmine nel week end, trasportando grandi e piccini in un magico mondo popolato di anguane, streghe, regine, perfidi conti e grandi santi come San Martino, una figura storica fortemente radicata nel Veneto che intreccia la tradizione con la gastronomia locale. Maggiori dettagli sui singoli eventi sono disponibili sul sito ufficiale www.spettacolidimistero.it

BELLUNO
Sospirolo – Cortivi Storici - 6 Novembre 2011
“Expo Misteri”
Sapori e mestieri della tradizione bellunese, Botteghe artigiane e prodotti locali, angoli musicali e video, spettacoli di arte di strada “dughi de na olta”, Percorso naturalistico e di ars poetica nel Boscaz – drio le rive con guida; I segreti nascosti delle chiese del Capoluogo illustrati da esperti, Mostre tematiche in ambienti pubblici e privati; poesia dialettale con il circolo "Al Zenpedon".
Al Centro Civico video con foto e immagini delle edizioni precedenti

Seren del Grappa / Rasai – Monte Santo – 06 Novembre 2011
“Il mistero del cariegon de oro della Regina Amalasunta”
Corre voce che a Rasai ci siano stati, negli anni '50 dei ritrovamenti di oggetti preziosi di epoca antica, tra i quali un Trono d'oro e di gemme preziose appartenente alla Regina Amalasunta, figlia del re ostrogoto Teodorico ; questo oggetti sembra siano stati trafugati e forse venduti, dopo di che i supposti fortunati possessori di tale tesoro si sono spostati altrove e di loro in loco niente più si è sentito. La diceria trova un suo fondamento nella leggenda che vuole la regina Amalasunta sovrana e padrona di queste terre che poi lei avrebbe in parte munificamente donato agli abitanti di Rasai concedendo loro in tal modo libertà e benessere, prima di andare sposa a Teodato che l'avrebbe relegata in un'isola del lago Trasimeno e fatta uccidere.

05/11/2011 Sospirolo – Piazza Lexy ore 17.00 “I segreti del grande tiglio e della Lasta Benedetta”
06/11/2011 Sospirolo – Centro Civico ore 10.30 “Sospirolo tra leggende e misteri”
06/11/2011 Sospirolo – Cortivi Storici ore 09.30 “Expo Misteri”
06/11/2011 Seren del Grappa – Monte Santo ore 09.30 “El Cariegon de oro de la regina Malasunta”

PADOVA
Battaglia Terme – Castello del Catajo – 06 Novembre 2011
“Strane visioni: il castello e il suo fantasma”
Pare che in questo luogo vaghi, cercando pace, lo spettro di Lucrezia Dondi, moglie di Pio Enea II degli Obizzi, assassinata nella sua camera da letto nel 1654 dopo aver respinto per l'ennesima volta le avances di un suo pretendente.Il castello è una splendida residenza-fortezza fatta erigere da Pio Enea I degli Obizzi nel sec. XV.

Selvazzano Dentro – Auditorium San Michele – 06 Novembre 2011
“L’estate di San Martino: leggende d’acqua e di santi”
Si inizia con lo spettacolo “Mondi trasparenti” che propone leggende e miti popolari veneti e di altre culture sulle acque di fiumi e laghi facendole rivivere attraverso la narrazione, la musica di un flauto e dei suggestivi giochi di immagini con stoffe. Attori locali inscenano poi la tradizione contadina del “fare san martin” cioè il cambio casa dei braccianti alla fine dell’anno agrario. L’evento si conclude con la rievocazione in costume della leggenda “L’estate di san Martino”: voci narranti fuori campo ed un corteo di cavalieri preceduti da bambini con lanterne fanno rivivere la vita del santo soldato e la scena del taglio del mantello dato al povero

03/11/11 Villalta di Gazzo – Villa Tacchi ore 20.30 “Mistero in villa: micro e macrocosmo di un Veneto”
05/11/11 Due Carrare – Casa dei Carraresi ore 20.30 “Il ritorno di Laura”
05/11/11 Padova – Centro Storico ore 10.30 “Padova esoterica: alla scoperta di simboli e curiosità”
06/11/11 Selvazzano Dentro – Auditorium San Michele ore 14.30 “L’estate di San Martino: leggende d’acqua e di santi”
06/11/11 Battaglia Terme – Castello di Catajo ore 15.00 “Strane visioni: il castello e il suo fantasma”
06/11/11 Valsanzibio – Villa Barbarigo ore 15.00 “Simboli e Segreti del giardino Barbarigo”

TREVISO
Treviso – Centro Storico 06 Novembre 2011
“Santi, diavoli e morti misteriose”
Treviso ha un volto sconosciuto ai più, un volto un po’ “dark” legato alle leggende e ai segreti della tradizione locale. Fatti reali e segreti che, come sempre, hanno un fondo di verità. Quale momento migliore della giornata per partire alla scoperta di questi misteri se non il crepuscolo? Si incontreranno così le figure di Cangrande della Scala, del Papa trevigiano Benedetto XI, i figli di Dante e Petrarca, la casa del Boia e le numerose pene inflitte ai condannati, la corsa dei cani e la pietra del Bando, la colonna dei decapitati e San Parisio, la storia di Otinel e la figlia di Carlo Magno.

Fregona – Rifugio Sant’Osvaldo 06 Novembre 2011
“Il Cansiglio: leggende e storia”
Si tratta un percorso escursionistico in alcuni dei luoghi più suggestivi dell’altopiano del Cansiglio, accompagnato da lettura animate di leggende e storie riguardanti il Cansiglio in generale e le località toccate in particolare. L’evento si conclude con la visita al Museo regionale dell’Uomo in Cansiglio “Anna Vieceli” in Pian Osteria che contiene reperti sulla preistoria del Cansiglio e testimonianza della cultura della comunità cimbra; ci saranno letture animate sulla vita e sulle leggende dei Cimbri. L’ambiente naturale in cui si svolge il percorso è splendido.

04/11/11 Treviso – Centro Storico ore 18.00 “Dove Sile e Cagnan s’accompagna e i suoi fantasmi”
05/11/11 Fonte – Collina Reginato ore 19.00 “Spada e Fuoco al castello”
06/11/11 Fregona – Rifugio Sant’Osvaldo ore 10.00 “Il Cansiglio: leggende e storia”
06/11/11 Treviso – Centro Storico ore 18.00 “Santi, diavoli e morti misteriose”
06/11/11 S. Lucia di Piave – Antica Fiera-Filande ore 18.30 “Le cose nascoste”

VENEZIA
Venezia – Casa del Cinema 09 Novembre 2011
“A Venezia… un dicembre rosso shocking”
Grazie alla collaborazione col Circuito Cinema del Comune, a novembre a Venezia è il cinema d’autore a farla da padrone, con quattro proiezioni di film horror di ambientazione tutta veneziana: una maniera per verificare sul grande schermo come la città stessa sia divenuta ispiratrice e sfondo naturale per storie “maledette”, immortalate secondo i migliori dettami della Settima Arte. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

Venezia – Ca’ Zanardi 07 Novembre 2011
“Venezia Misteriosa atto 3°”
Venezia Misteriosa è una mostra collettiva internazionale di arte contemporanea, giunta alla terza edizione, a cura di Ca’ Zanardi in collaborazione con Art&fortELAB che chiamerà in laguna artisti di diverse provenienze e discipline per interrogarsi sul tema del mistero in tutte le sue forme, con particolare attenzione sull’immagine di mistero che suscita Venezia. Gli artisti adottano diverse tecniche per la realizzazione delle loro opere, che si ispirano comunque ad antiche leggende veneziane. La mostra, che verrà inaugurata il 7 Novembre, rimarrà aperta fino al 30 del medesimo mese.

07/11/11 Venezia – Ca’ Zanardi ore 11.00 “Venezia Misteriosa atto 3°”
09/11/11 Venezia – Casa del Cinema ore 20.30 “A Venezia un dicembre rosso shocking”
09/11/11 Venezia – Ca’ Vendramin Calergi ore 18.00 “Misteri di Venezia”

VICENZA
Lugo di Vicenza – Villa Godi Malinverni 5 e 7 Novembre 2011
“La rossa luce nel pozzo”
L’isolamento della dimora dei Conti Godi, attorniata da “broli” e dalle casupole di servitori e gastaldi, poteva nascondere benissimo le urla, le minacce e le vendette che riecheggiavano tra grandiosi giardini con alberi secolari e statue il cui sguardo, diretto verso la villa, sembra quasi non essere in grado ancora oggi, a distanza di secoli, di volgersi serenamente verso lo splendido paesaggio della vallata dell’Astico. In questo clima di incerta serenità e pace, l’oscura figura del nobil Conte Marzio Godi alimentava le chiacchiere ed i racconti nel paese, incredulo per ciò che si riportava avvenisse tra le mura dell’antica Villa in Lonedo…Di bocca in bocca passava il racconto di come egli, volendo vendicarsi di due individui che l’avevano offeso,…li avesse fatti prendere dai suoi bravi per condurli in cantina e farli morire tra atroci sofferenze soffocati dal vino! O di come con percosse ed altre violenze avesse ridotto a mal partito una sua giovane cameriera..
Negli ultimi tempi, tuttavia, le umili casupole di Lugo erano scosse da notizie ancora più angoscianti:...ciò che si narrava a proposito della tragica scomparsa delle più belle donzelle del paese e di un misterioso pozzo presente all’interno della villa, fece sospettare infatti che il Conte Marzio Godi avesse intrapreso un viaggio di sola andata verso il regno della perdizione più profonda e della crudeltà più spietata…

Caldogno – Villa Caldogno 05 e 06 Novembre 2011
“La Scartosada dei Morti”
Attraverso l’antico rito della Scartosada (togliere il cartoccio dalle pannocchie di grano), che tradizionalmente avveniva nella ricorrenza dei Morti, verranno rievocate antiche tradizioni e racconti di un tempo che coinvolgevano i piccoli, gli adulti e gli anziani riuniti attorno al filò. Quest’anno le protagoniste delle storie narrate saranno le anguane, mitici esseri legate all’acqua, rappresentate come esseri per metà ragazze e per metà rettile o pesce, in grado di lanciare forti grida (in Veneto esisteva, fino a poco tempo fa, il detto "Sigàr come n'anguana", gridare come un'anguana). Le storie delle anguane saranno raccontate durante la durante l’incontro con lo scrittore Umberto Matino che presenterà il suo libro “L’ultima anguana” nel salone nobile di Villa Caldogno il sabato 5 novembre alle ore 16.30 e durante il filò che si svolgerà la domenica 6 novembre a conclusione dei due giorni in cui la tradizione sarà al vera protagonista.

03/11/11 San Germano dei Berici – Sala della comunità ore 20.30 “Antiche superstizioni, poteri magici e stregoneschi”
05/11/11 Caldogno – Villa Caldogno ore 15.30 “La Scartosada dei morti”
05/11/11 Lugo di Vicenza – Villa Godi Malinverni ore 20.30 “La rossa luce del pozzo”
06/11/11 Grancona – Mulin Bicio dalla Grana ore 14.30 “I misteriosi rimedi dell’ultima ‘stira’ dei Berici”
06/11/11 Caldogno – Villa Caldogno ore 15.30 “La Scartosada dei morti”
06/11/11 Brendola – Piazza della Vittoria ore 14.00 “La lanterna magica racconta: le voci del bosco”
06/11/11 Marostica – Castello Inferiore ore 10.00 “Le leggende di Marostica”
07/11/11 Lugo di Vicenza – Villa Godi Malinverni ore 20.30 “La rossa luce del pozzo”

VERONA
Bovolone – Villa Malmignati 06 Novembre 2011-11-03
“Mistero del Battistero”
L’ era del riso iniziò a Bovolone nel 1565, quando Gaspare Brenzon acquistò la possessione del Molinello con relativo molino da Iseppo Barbaro. Il molino era stato costruito nel 1477, quanto Zaccaria Barbaro ne ricevette l’ investitura dal Vescovo di Verona, ma allora era dotato di due sole ruote da macina. Fu Gasparo Brenzon che per primo si adoperò per trasformare la Valle del Molinello e renderla adatta alla risicoltura.
La possibilità di coltivare il riso e di lavorarlo nell’ambito dell’ azienda consentiva ottimi guadagni e in questo clima di euforia i Malmignati ristrutturarono la corte del Molinello e costruirono l’imponente palazzo, il cui aspetto massiccio è un po’ ingentilito dalle finiture in tufo di stile barocco. Alla fine del XVIII° secolo, i Malmignati erano ancora saldamente insediati al Molinello e l’estensione delle loro risaie aveva raggiunto i 106 campi.

04/11/11 Bevilacqua – Castello Bevilacqua ore 20.30 “I segreti del Castello Bevilacqua!
05/11/11 Bovolone – Villa Malmignati ore 19.30 “Mistero del Battistero”
06/11/11 Bolca – Museo dei Fossili ore 08.30 “Orchi, Anguane, Basilischi della Lessinia Orientale”

scarica questo generale comunicato in formato doc

scarica il comunicato per Belluno
scarica il comunicato per Padova
scarica il comunicato per Venezia
scarica il comunicato per Vicenza
scarica il comunicato per Verona