CS 27 Novembre 2012

Veneto, Spettacoli di Mistero: la settimana conclusiva

DA NON PERDERE LE ULTIME OTTO OCCASIONI
PER VIVERE LE LEGGENDE DEL VENETO

Ancora pochi giorni per viaggiare tra cene a tema, mostre, film, spettacoli teatrali, itinerari guidati legati dal filo conduttore della riscoperta delle tradizioni culturali e dei misteri di una magica regione. Ultime occasioni anche per partecipare al concorso fotografico “Scatta…l’ora del mistero” legato al festival dei grandi numeri (quasi 190 eventi in oltre settanta località).

VENEZIA, 27 Novembre 2012 – Ancora otto appuntamenti prima che si concluda il lungo viaggio nel Veneto del Mistero. Il percorso magico iniziato il 21 Ottobre scorso, arriverà alla fine – per questa quarta edizione 2012- con Domenica 2 Dicembre. Venezia, Noale, Sospirolo (BL), Padova, Canaro (RO) e Sanguinetto (VR), Romano d’Ezzelino, Grumolo delle Abbadesse, S.Nazario (VI) saranno le protagoniste di questa ultima settimana di “Veneto: Spettacoli di Mistero”. I riflettori si accenderanno quindi nelle grandi città d’arte del Veneto come nei piccoli, preziosi, borghi che fanno la ricchezza del Veneto. Non poteva che essere così per un Festival che Unione delle Pro Loco, in collaborazione con l’assessorato all’Identità Veneta, dedica a leggende, racconti, fiabe, personaggi mitici o realmente esistiti, alla riscoperta delle fondamenta di una identità culturale, ricca di storia e tradizione. Giunge a conclusione un viaggio affascinante che, attraverso quasi 190 tappe (tanti gli eventi di questa quarta edizione: escursioni guidate, rappresentazioni teatrali, feste di piazza, mostre…) ha saputo ancora raccontare il volto meno noto, ma più autentico – perché figlio della tradizione e del legame col territorio – del Veneto. Una edizione da record per il numero degli eventi che, anche sull’onda della grande richiesta del pubblico, sono andati moltiplicandosi con nuove repliche. Per il numero di Pro Loco coinvolte: 48 associazioni, due consorzi di Pro Loco per un esercito di oltre 5.400 volontari in campo per oltre due mesi.

Ci sarà tempo fino al 31 dicembre 2012 però per partecipare al concorso fotografico “Scatta…l’ora del Mistero” inviando una immagine scattata durante gli eventi che abbia saputo cogliere l’atmosfera magica del festival, la suggestione delle location, il cuore delle leggende del Veneto. Sul sito www.spettacolidimistero.it, nell’apposita sezione, è possibile caricare fino a 4. Le più belle immagini diventeranno poi il simbolo dell’edizione 2013. In palio, primo premio: 500 euro e un buono omaggio per una notte al Castello di Bevilacqua (VR), pernottamento e colazione per due persone; secondo premio: 300 euro e una notte al B&B “Orto Alpino” di Trichiana per due persone; e terzo premio: 200 euro e un cesto di prodotti tipici. Tutti gli omaggi sono offerti da Plurima Sas, Servizi Assicurativi. Per info contattare la segreteria Unpli Veneto 0438.893385, concorso@spettacolidimistero.it.
Ecco allora le ultime occasioni per vivere la magia.

-Mercoledì 28 Novembre
Alle 20,30, ultimo appuntamento per la rassegna alla Casa del Cinema di Venezia con quello che viene considerato uno dei film più violenti della storia del cinema italiano: “Giallo a Venezia” del 1979 diretto da Mario Landi noto per aver diretto Gino Cervi ne “Le inchieste del commissario Maigrait”. L’ingresso alle proiezioni è libero, per info e prenotazioni: 041-5241320.

 

 

 

-Venerdì 30 Novembre
A Noale (VE), Davide Busato, ricercatore veneziano, presenterà il libro “I serial Killer della Serenissima” nel quale è raccontata, tra le altre, la storia dell’omicidio della contessa Eleonora della Torre, uccisa proprio a Noale nel 1721, da due sicari inviati dal marito, il conte Lucio della Torre. La raccolta che è frutto di un lungo lavoro di ricerca negli archivi storici dei tribunali della Serenissima, tra Cinquecento e Settecento, sarà un viaggio tra assassini, sadici e stupratori. Seguirà lo spettacolo che metterà in scena la vicenda della contessa Eleonora, con testi di Lara Pavanetto. Voci recitanti: Sara Mirtillo e Marta Polinelli del Gruppo amanti del teatro della Contrada del Gato. L’appuntamento è alle ore 20.45 Sala San Giorgio, Piazza Castello. L’ingresso è libero e gratuito. Info: 041.897248-268.

-Sabato primo Dicembre
Dalle 20 a Sospirolo (BL) la cena “Quando il Mazarol saltò il torrente Mis”. In valle del Mis, presso il colle di San Daniele, si trova un grosso sasso dalla forma cava. Narra la leggenda che quel marcato incavo sia proprio l’impronta del mitico Mazarol, abitante dei boschi, frutto di un prodigioso balzo da un colle all’altro. Cristina Gianni e Candida Capraro leggeranno alcuni brandi del libro di Pieranna Casanova "Una storia, tante storie. La vita e la gente del Canal del Mis". Info, agriturismo American Spirir Ranch (335-5860386).
A Padova, sull’onda della grande richiesta, l’associazione Immaginarte ha deciso di aggiungere una data ai fortunati itinerari guidati alla scoperta dei segreti della città del Santo. Sabato pomeriggio (dalle 15,30), torna quindi “Padova esoterica: alla scoperta di simboli e curiosità”. La prenotazione è obbligatoria: www.immaginarte.pd.it, 049.8719255.
Nel rodigino, al teatro parrocchiale di Canaro, sabato alle 21, arriverà “El Bonbasìn” una delle più note figure della tradizione etnologica del medio-polesine, personaggio pauroso che animava le feste del Carnevale e del Capodanno. Nei dintorni di Villadose alcuni uomini si abbigliavano indossando un teschio di toro o maiale sulla testa e si fabbricavano una mostruosa gobba con cuscini di piume e si attaccavano corna e sonagli che ne annunciavano il passaggio. Info Pro Loco di Canaro (Info: 3484766468).
A Sanguinetto (VR), “Le boche de Leon” un evento che rievoca una usanza medievale del borgo. All'entrata del Castello di Sanguinetto vi è infatti una lapide incastonata nel muro con incisa la faccia di un leone e una fessura al posto delle fauci dove chiunque, sfruttando l'anonimato, poteva imbucare un biglietto contenente una denuncia. Il ritrovo per l’itinerario guidato è alle ore 20 al teatro Zinetti (dentro il castello) seguirà alle 21 la commedia dialettale “Quel fiòl d’un can d’un gato” con la compagnia “La Caneva” di Lorenzaga. Pro Loco di Sanguinetto Tel. 345 5933711.

-Domenica 2 Dicembre
A Romano d’Ezzelino, “Con l’anima, marionette confòle” al teatro parrocchiale, ore 17, ingresso libero. Nella Villa Canal di Grumolo delle Abbadesse, invece, si potrà partecipare allo spettacolo “L’Omo invisibile”. Nella splendida barchessa palladiana sarà lo scrittore vicentino Tommasino Giaretta ad animare la serata a partire dalle 17 con racconti di leggende popolari locali. Info e prenotazioni: 328-9115485. Infine, resterà aperta sino a domenica, la mostra “Ars in Mysterium” al museo del Tabacco di San Nazaio. L’esposizione, sotto la direzione artistica di Roberto Frison, rende tangibile il patrimonio immateriale delle leggende della pedemontana: anguane a salvanei, mazzarioi e fade e altri spiriti delle foreste e delle fonti. Le opere – una ventina - sono artigiani-artisti locali di ottima caratura tanto da esser il fiore all’occhiello della CNA Artigianato Artistico di Bassano. Tutte le informazioni sul cartellone, le località, gli spettacoli sono aggiornati in tempo reale su www.spettacolidimistero.it ed è possibile seguirci su Facebook.