CS Verona 30 Ottobre 2012

Veneto, Spettacoli di Mistero: entra nel vivo con il ponte di Ognissanti

UNA SERATA DA BRIVIDO IN LIBRERIA
IL VERONESE SI AMMANTA DI MISTERO

Domani, notte di Ognissanti, sarà una festa noir in libreria Feltrinelli a Verona. In programma lettura dei migliori scritti del genere horror, con festa in costume, premiazione della maschera più orrenda e aperitivo a tema “agghiacciante”. Il fine settimana, invece, sarà tutto dedicato alle leggende popolari veronesi, alla tradizione del filò e alla riscoperta di fatti storici divenuti leggenda. Due gli appuntamenti in provincia: a Bonavigo e Monteforte d’Alpone.

VERONA, 30 Ottobre 2012 - La notte di vigilia di Ognissanti, Mercoledì 31 Ottobre, dalle 18 alla Libreria Feltrinelli di Verona, l’appuntamento è con il brivido e il mistero per la presentazione dell'antologia “Storie di gente a pezzi”, raccolta di ventisei racconti dedicati alla decostruzione del corpo nella letteratura: da Frankenstein ai cyborg (Delmiglio Editore). Accompagnamento musicale del musicista Federico Fuggini. Durante il pomeriggio, chi acquisterà il libro potrà essere orribilmente truccato da una professionista del maquillage. Il pubblico è invitato a partecipare in maschera: al termine della serata verranno premiati i migliori travestimenti ispirati al tema “Frankenstein e dintorni”. A seguire, “agghiacciante” aperitivo a tema.

Sabato 3 Novembre, ci si sposta a Bonavigo per “La Leggenda del Longobardo”, rappresentazione teatrale e itinerari guidati nel borgo della Bassa Veronese, alla scoperta di Pievi Camaldolensi e tracce di antichi monasteri benedettini. Dopo la visita guidata al borgo (partenza alle 20 dal centro parrocchiale), alle 21 andrà in scena lo spettacolo teatrale dedicato alle vicende longobarde del territorio (correva l’anno 887) quando i territori di Bonavigo finirono in mano al longobardo Dagibert, diacono della cattedrale di Verona. Seguirà la commedia in dialetto: “El segreto de restàr zoeni” e un buffet di prodotti tipici. (Info: 335-1766520). Domenica, 4 Novembre, alle 19,45, nell’oratorio di Monteforte d’Alpone, appuntamento con “Femo filò che te conto de la Renza”, pièce amatoriale che recupera le leggende locali. Ovvero la storia immaginifica di quella Renza giovinetta che venne salvata in maniera rocambolesca dalle fauci di un leone grazie all’intervento di un cavaliere e due ladroni. E chi non crederà alla storia sarà invitato a tornare nel pomeriggio dell’11 Novembre, quando in località “Salvarenza” nelle grotte denominate “Volpare”, sarà la stessa Renza rediviva a rievocare la strana storia.

La rassegna veronese che propone ben 15 appuntamenti, è inserita all’interno del cartellone fantasmagorico della IV Edizione di “Spettacoli di Mistero”, organizzato dall’Assessorato regionale per l’Identità Veneta e l’Unpli Veneto e composto di oltre 180 eventi in sette province e in grado di raccogliere, negli ultimi tre anni, 250mila spettatori. In questa edizione Unpli ha messo in campo anche una nuova iniziativa, il Concorso fotografico “Scatta…l’ora del mistero”. Ai vincitori che meglio sapranno fissare in un’immagine l’atmosfera della leggenda andranno premi in denaro e prestigiosi soggiorni vacanze (in allegato regolamento e scheda di adesione). Tutte le informazioni sul cartellone, le località, gli spettacoli sono aggiornati in tempo reale su www.spettacolidimistero.it ed è possibile seguirci su Facebook.