CS Belluno 30 Ottobre 2012

Veneto, Spettacoli di Mistero: entra nel vivo col ponte di Ognissanti

NEL BELLUNESE LA NOTTE DI OGNISSANTI
SI VA ALLA RICERCA DEGLI SPIRITI DEI BOSCHI

Tre eventi nel fine settimana dedicato alle commemorazioni dei defunti e alla rievocazione delle leggende che legano il mondo dei vivi e quello dei morti. Al calar delle tenebre si partirà da Trichiana per una camminata notturna tra boschi, storie e leggende bellunesi per poi concludere con una ricca degustazione di prodotti tipici. Due gli appuntamenti di domenica 4 Novembre, a Seren del Grappa e a Sospirolo entrambi legati alle mitologie dell’acqua e agli spiriti della natura che popolano le antiche storie popolari.

BELLUNO, 30 Ottobre 2012- Dita incrociate per il meteo, ma già duecento persone sono pronte a partire per immergersi nel fascino indimenticabile di una notte trascorsa tra i boschi. Domani, notte di vigilia di Ognissanti si partirà dalla casera degli Alpini nella località Nate, in compagnia della Pro Loco di Trichiana, per una escursione tra vallate e sentieri avvolti dalle tenebre. Le iscrizioni sono già sold out: tanti i temerari pronti a sfidare la notte più lunga dell’anno. L’atmosfera, del resto, sarà quella ideale per assistere alla rappresentazione teatrale: “Cavarnere, storie e leggende del passato”. Rami mossi dal vento sussurreranno storie antiche di streghe, di Mazaròl e Om Selvarech (l'uomo Selvatico), i personaggi che popolano la tradizione orale agordina. Il ritrovo è previsto alle 18, il rientro alle 23: si tratta di una escursione accompagnata di 5 chilometri (200 metri di dislivello). In caso di condizioni meteo proibitive, la Pro Loco si riserva di rinviare l’appuntamento, info: Pro Loco Trichiana 0437-555297 o 366-1091084.

Domenica 4 Novembre ci si trasferirà a Seren del Grappa per una mattinata alla scoperta dei segreti e delle leggende della località Caupo e di quando proprio all’inizio di Novembre del 1304, il torrente Stizzon “girò verso Feltre”. La partenza è fissata alle 9 per una escursione che porterà a scoprire l’antico sacello del paese di montagna e la località Guizza, al rientro, oltre alla possibilità di pranzare con prodotti tipici, si potrà assistere gratuitamente allo spettacolo “La vera storia dei Secco e dei Menègaz”. Info: Pro Loco Seren 0439-448429.

Spettacolare anche il pomeriggio previsto nella gola della Valle del Mis a Sospirolo, sempre Domenica. Musiche e rappresentazioni teatrali, attraverso un itinerario guidato, daranno vita a “Il Maestro dell’Acqua racconta: la leggenda della Redosega”. Chi è la Redosega? Nei vecchi filò di Sospirolo si raccontava la storia di questa vecchia arcigna, una sorta di Befana ante litteram, che al suo passaggio faceva fermare le acque del Cordevole e del Mis, creando una strada davanti a sé, dietro di lei l’orrendo seguito dei suoi “dodese Redosegot”. Il percorso partirà alle 14,30 e durerà circa due ore portando alla scoperta di luoghi meravigliosi come le Cascate della Soffia e i Cadini del Brenton. Info: Pro Lco Monti del Sole.