CS Vicenza 23 Ottobre 2012

Veneto: Spettacoli di Mistero, oltre 180 eventi e un concorso fotografico

LE TERRE DEI BERICI ENTRANO NEL MISTERO
SABATO IL VIA DA NANTO COL LEGGENDARIO BALZA

Da sabato prossimo, 27 Ottobre, a domenica 2 Dicembre: il cartellone vicentino offrirà innumerevoli occasioni per riscoprire alcuni dei borghi più belli della provincia illuminati alla luce in chiaroscuro di miti e fatti storici. Passeggiate nei boschi per ritrovare luoghi leggendari, itinerari guidati nei centri storici per ritrovare passaggi nascosti e le vicende che li hanno creati. Tutto questo è “Spettacoli di Mistero”, il festival giunto alla IV Edizione, grazie alla collaborazione tra assessorato all’Identità Veneta della Regione e l’Unpli Veneto, l’unione delle Pro Loco. La rassegna, che negli ultimi tre anni ha raccolto 250mila spettatori, si dipanerà con oltre 180 eventi in oltre settanta località venete.

VICENZA, 22 Ottobre 2012 - Si comincia sabato prossimo, 27 Ottobre, con il “Il Misterioso Covolo di Balza… e i suoi illustri ospiti”, un fantasmagorico spettacolo che prende le mosse dall’iscrizione scolpita nella pietra del Covolo, una sorta di grotta-fortezza. Da quelle parole giunte a noi attraverso i secoli, firmate appunto dal tal Balza e datate 1509, si dipana la storia delle battaglie cruente contro i Lanzichenecchi, gli eccidi di massa, i tesori e le fortificazioni. Dalla piazza Castello di Nanto, alle 20,30, si svilupperà la serata di racconto e di spettacolo nel corso della quale sarà svelato un ulteriore mistero sulla guerra di Cambrai, tra scontri di armigeri e rievocazioni delle credenze popolari dell’epoca, portate in scena da figuranti in costume. Accanto ad Antonio Balza, prenderanno vita anche Andrea Palladio, il suo maestro Bartolomeo Cavazza da Sossano e Pietro di Guglielmo da Nanto. A seguire orzotto caldo e vin brulè offerto dalla Pro Loco sotto i portici della piazza (Info: 0444-638188).

Sempre Sabato 27 Ottobre, si aprirà a Bassano del Grappa, sala mostre dell’Ufficio Turistico Iat, l’esposizione “Ars in Mysterium”. Si tratta di una esposizione itinerante sul mistero veneto, che renderà tangibile il patrimonio immateriale delle leggende della pedemontana. Grazie all’abilità degli artisti locali e degli artigiani troveranno rappresentazione i personaggi delle favole venete: dal Sanguanèl alle Anguane, dalle Fade all’Om Salvarech. Il vernissage è previsto alle 17, seguirà alle 18 "Nel Bassanese misterioso", racconti di leggende e misteri a cura di Giancarlo Bortoli e Roberto Frison. Domenica 28 Ottobre, ci si trasferirà tra i castelli di Giulietta e Romeo a Montecchio Maggiore per itinerari guidati e rievocazioni teatrali che inizieranno al mattino e proseguiranno fino a sera, seguendo il tema de “I Misteri del Colle-Le Mura Raccontano”. Sarà l’occasione per riscoprire antiche leggende e vivere magiche sensazioni in una dolce ed evanescente atmosfera autunnale che troverà il suo culmine all'imbrunire, tra le possenti mura del Castello di Giulietta, con lo spettacolo teatrale "Suoni e Luci" che farà rivivere l'immortale e tormentata storia d’amore. Nella giornata che precede la festività di Ognissanti, Mercoledì 31 ottobre, due saranno gli appuntamenti. Il primo a Marostica per la rievocazione storica “La Notte dei Misteri”. I fantasmi di alcuni marosticensi illustri torneranno dall’aldilà per raccontare la sua vicenda umana e la sua morte spesso tragica e intrecciata con i destini della magnifica città fortificata. Magnifica l’ambientazione nelle sale del castello da basso tra la luce dei fuochi fatui. E ancora, la cena nella palladiana Villa Valmarana Bressan a Monticello Conte Otto, tra letture animate e musicate di scritti dell’autore vicentino Tommasino Giaretta (Info: . 328-9115485).

Il cartellone vicentino, che con i suoi 26 appuntamenti risulta il più ricco in Veneto, proseguirà portando gli spettatori in un viaggio d’atmosfera tra ville venete e castelli, offrendo un’ampia scelta tra rappresentazioni teatrali, conferenze, esposizioni, ma anche feste dedicate a grandi e piccoli tra filò, cantastorie e mangiafuoco. Una ricca proposta che si inserisce nella IV edizione del Festival realizzato dall’Assessorato all’Identità Veneta in collaborazione con l’Unpli Veneto, l’unione delle Pro Loco. Una festa di piazza lunga un mese e che negli ultimi tre anni ha raccolto oltre 250mila spettatori. In questa quarta edizione Unpli Veneto ha messo in campo anche una nuova iniziativa, il Concorso fotografico “Scatta…l’ora del mistero”. Ai vincitori che meglio sapranno fissare in un’immagine l’atmosfera della leggenda andranno premi in denaro e prestigiosi soggiorni vacanze. Tutte le in formazioni sul cartellone, le località, gli spettacoli sono aggiornati in tempo reale su www.spettacolidimistero.it ed è possibile seguirci su Facebook.