Comunicato Stampa 17 Ott 2012

Dal 21 Ottobre al 2 Dicembre, oltre 180 eventi e un concorso fotografico

SPETTACOLI DI MISTERO: VIA ALLA IV EDIZIONE
PER LASCIARSI SEDURRE DAL VENETO CHE…STREGA

Domenica prossima a Limana (BL), il prologo alla IV Edizione del Festival che negli ultimi tre anni ha coinvolto oltre 250mila spettatori. Un viaggio lungo tutto il mese di Ognissanti, che porterà alla scoperta di misteri storici e luoghi arcani: 71 evocative ambientazioni, in tutte e sette le province, 185 gli appuntamenti per conoscere un Veneto magico ancora tutto da scoprire. E per fissare i tanti momenti magici, quest’anno l’Unpli Veneto ha dato vita al concorso fotografico: “Scatta…l’ora del mistero” aperto a tutti gli spettatori.

VENEZIA, 17 Ottobre 2012 - Si comincia domenica prossima, 21 Ottobre, dalla piazza di Limana (BL), dove dalle 17, canti, balli e musiche antiche accompagneranno la rievocazione de “Il mistero del Mazarol di Dussoi”. Proprio a Dussoi (antico nome di Limana) abitava, secondo la leggenda, un ometto piccolo e barbuto, abbigliato di rosso e dotato di poteri magici: gli uomini che calpestavano la sua orma sono attirati nei boschi e destinati a perdere la via di casa. Sarà proprio il Mazarol o Massariòl - uno dei protagonisti più noti e presenti del mondo fantastico delle leggende venete – a introdurci in questo nuovo viaggio nel mistero, chiedendo a noi spettatori solo la curiosità di lasciarci condurre, abbandonando le convenzioni quotidiane, per immergersi alla ri-scoperta di luoghi e racconti che affondano le radici nella storia della nostra terra.
Si aprirà così domenica e si chiuderà il 2 Dicembre, la nuova edizione di Spettacoli di Mistero, il festival diffuso su tutto il territorio del Veneto, promosso dalla Regione e dalle Pro Loco aderenti all’Unpli Veneto. Una grande festa di piazza diffusa che consentirà di conoscere 71 luoghi di fascino (castelli, ville venete, monasteri, centri storici ma anche boschi e isole della laguna) legati dal filo conduttore della scoperta della tradizione e dell’immaginario collettivo veneto. Dal fine settimana di Ognissanti, quando si concentrerà una proposta di quaranta appuntamenti, sarà impossibile non lasciarsi stregare. Come sempre, il festival trova il suo cuore pulsante nella ricerca storica ed etnologica di Alberto Toso Fei, scrittore e ricercatore, che ha ideato e diretto la rassegna fin dal suo esordio. Ma il certosino lavoro dello studioso per svelare l’identità leggendaria di una regione, si è tradotto da tempo in una festa popolare, pensata per un pubblico ampio e variegato: basti dire che le ultime tre edizioni sono state seguite da 250mila spettatori. “A ognuno di loro l’augurio – afferma il direttore artistico Toso Fei - di cogliere a piene mani dall’immenso patrimonio di storia e cultura offerti dal Veneto e dalla sua gente, ma soprattutto di divertirsi, di poterlo fare innamorandosi dei luoghi, di lasciarsi invadere dal senso di mistero, di guardare al mondo con occhi e cuore nuovi”. Certo qui non c’è posto per le paure di plastica, le finte maschere, i cappelli e i dolcetti della notte di Halloween. Qui le leggende hanno radici solide nella terra, hanno impresso tracce evidenti nelle pietre, nell’arte e nelle architetture del Veneto. “Anche quest’anno , il Festival propone un programma di spettacoli ed eventi davvero ricco e variegato – spiega Daniele Stival, Assessore regionale all’Identità Veneta – declinato nei modi della nostra tradizione, recuperati anche attraverso usanze e testimonianze orali. I ricordi delle leggende dei nostri avi fanno parte della storia di un Veneto che non deve e non vuole scordare il proprio passato rurale, quando viveva a stretto contatto con la natura cercando di interpretarne i segni e di scongiurarne i pericoli, che venivano vestiti di miti e leggende. La Regione Veneto invita tutti a partecipare agli eventi di questo Festival così speciale, che regala tante occasioni di aggregazione e arricchisce l’offerta culturale regionale”. Ecco allora che tra i 185 appuntamenti del fantasmagorico cartellone 2012, ci sarà ampio spazio per le rappresentazioni teatrali delle leggende provenienti dalla tradizione orale del Veneto rurale: un mondo di folletti e streghe (come Anguane, Salvanelli, Mazzarioli) nato dal legame con la natura primigenia e la sua forza e dove il mondo arcaico a volte si mescola con la fede popolare. Nasce così, per esempio l’itinerario guidato alla scoperta dei misteri di Chioggia (mercoledì 31 Ottobre) dove il bassorilievo della cosiddetta “Madonna delle streghe” si fa libro di pietra nel raccontare le leggende cittadine. Novità di questa edizione 2012, dedicata agli amanti del brivido, la “caccia ai fantasmi” nei castelli accompagnati da ghost hunter dotati di sofisticate apparecchiature (Castello di Valbona, 27 Ottobre e Castello di San Pelagio, 3 Novembre). Un’attenzione speciale è dedicata anche quest’anno ai bambini: tantissimi i laboratori guidati e le animazioni. Si va dalla caccia al tesoro (Parco “Villa La Quiete” Paese, 27 Ottobre), alla “Festa della Lumèra” (Grantorto, 31 Ottobre) per riscoprire la vera tradizione delle zucche trasformate in lampade.
Un cartellone così articolato e ambientazioni così diffuse non sarebbero arrivati alla quarta edizione senza la presenza capillare delle Pro Loco. Grazie al loro radicamento nel territorio e grazie al contributo di oltre 5mila volontari, il Festival è anche un’occasione di promozione culturale, turistica ed enogastronomica. “Grazie alla Regione Veneto che, sulla scorta del successo degli scorsi anni ha rinnovato il suo supporto – aggiunge Giovanni Follador, Presidente Unpli Veneto – siamo nelle condizioni di poter presentare un programma adatto a tutte le esigenze e a tutte le età. Uno sforzo, quello delle Pro Loco che è ripagato dalla soddisfazione di fare qualcosa di nuovo e diverso per il territorio, valorizzandone le specificità più antiche e affascinanti”. In questa edizione Unpli ha messo in campo anche una nuova iniziativa, il Concorso fotografico “Scatta…l’ora del mistero”. Ai vincitori che meglio sapranno fissare in un’immagine l’atmosfera della leggenda andranno premi in denaro e prestigiosi soggiorni vacanze (in allegato regolamento e scheda di adesione).
Tutte le informazioni sul cartellone, le località, gli spettacoli sono aggiornati in tempo reale su www.spettacolidimistero.it ed è possibile seguirci su Facebook.

Ufficio stampa Veneto: Spettacoli di Mistero a cura di Zeta Group s.r.l.
Addetta stampa Lara Santi stampa@spettacolidimistero.it Tel. 0422.303042 mob. 346.2494239